KINGS SERVICE MESTRINO 74 – BUSTER VERONA 72

La Kings Service Mestrino si aggiudica l’insidiosa partita contro il Buster Verona, squadra sempre rispettata, solida e mai rassegnata fino alla sirena finale. Nel primo quarto le squadre mostrano una particolare propensione alla fase offensiva, complice le eccessive distrazioni difensive, soprattutto in casa padovana: solo una maggiore precisione dall’arco delle triple consente alla Kings Service di chiudere avanti di 7 lunghezze (22-15) sugli scaligeri. La trama proseguiva anche nella seconda frazione nella quale erano ancora i padovani a dettare i tempi, soprattutto con una biuona percentuale sulle triple (alle 3 del primo quarto se ne aggiungevano altre 4 nel secondo tempo), consentendo ai giocatori di Cogo di chiudere il quarto avanti di 4 lunghezze, pur pagando dazio in fase difensiva (25 – 21), andando negli spogliatoi con 11 punti di vantaggio (47 – 36).  Ma le contromosse e la motivazione trasferita dal bravo coach veronese Benedetti, si apprezzava nei primi minuti della terza frazione, allorquando, con una difesa con pressing-zona finta e uomo aggrassivo, metteva in difficoltà le manovre offensive dei padroni di casa che partivano male, facendosi avvicinare a 4 punti dal Buster che viveva il periodo migliore della serata. Solo dopo qualche minuto, nel quale la Kings Service prendeva le misure, la frazione tornava equilibrata, chiudendosi con il vantaggio di due punti per gli ospiti (14 – 16), riducendo il distacco a – 9 dal Mestrino al termine del terzo tempo (61 – 52). Ma, memori di quanto era accaduto nella partita di andata, allorquando i veronesi recuperarono con veemenza spuntandola di soli due punti, il Mestrino serrava i ranghi e resisteva al ritorno dei mai domi veronesi, che, anche questa volta con tre triple, arrivavano ad appena due punti dietro i padroni di casa che, però, a poco più di due secondi godevano di una palla in mano con rimessa, non realizzata e chiudendo la quarta frazione con un passivo di 7 punti, ma vincendo il match per due punti (74 – 72).
            Il Buster è una squadra molto ostica, ben allenata, costruita con ragazzi che non mollano mai e che rappresentano una prova difficile per qualsiasi compagine del girone. Ottima la prestazione dinamica di Geroin e del solito “glaciale” Campolongo , una vera sentenza dall’arco della tripla.Buone le prove di capitan Zanotto e dell’esperto Filippini.
            Nella Kings Service Mestrino, priva di Fabian, da incorniciare la prestazione di Rago (sue 3 triple), con una buona prova collettiva che distribuiva punti e meriti per tutti, soprattutto per il carattere mostrato e lo spirito di sacrificio nel fronteggiare il ritorno dei bravi veronesi.

PRIMO QUARTO   22 * 15,   – SECONDO QUARTO 25 * 21,   – TERZO QUARTO 14 * 16,   – QUARTO QUARTO 13 * 20,   – FINALE 74 – 72
MESTRINO  –   BERGAMIN D. 10,   GIROTTO G. 0,   DE MESA J. 8,   RUSSO F. 6,   PADOVAN D. n.e.,   DALLA LIBERA A. 0,   RAGO A. 18,   SALVATO M. 8,   BIANCO N. (K) 6,   CAPPELLARI M. 7,  FRASSON M. 7,  GARON M. 4  –    Coach:  COGO E.
BUSTER VERONA  –   GEROIN P. 19,   SELLERI S. 3,   CAMPOLONGO G. 17,   FAZIONI P. 6,   BARBA E. 2,    CAMPANA E. 2,   FILIPPINI D. 9,   CORDIOLI L. 2,   ZANOTTO F. (K) 10,   TAGLIARENI V. 2,    ,      –     Coach: BENEDETTI F.
MESTRINO   T.L.: 20/24    T2p: 15    T3p: 8
BUSTER VERONA   T.L.:     18/26    T2p: 18    T3p: 6
ARBITRI: QUAGGIA D. (VE); CAVALIERE L. (VI) 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *